A – G

aggiornamenti: “faisumento”, “fessacchiotto”, “Franzaia”, “Emerson”

A

Anna nuovo! (pr. Ánna) nome proprio f. – Annachiara (vedi Fasulèr); anaclèr.

at tape (voce ingl.; pr. ét tèip) [gerg. da a nastro] – “Oh, make up at tape!” (trad.:”Oh, fai su a nastro!“) / sm. A Capobas, Appalla, A manetta, A rametta nuovo! .

ai ghiv (voce ingl.; pr. Ài ghìv) [gerg. da ci dò] – vedi ci do.

appizzaruolo m., gerg. – accendino / sin. Piccio (Odez), U’accendain’ (Odez).

B

bat onli tu faigurs? (voce ingl. trad. storp. But-only-two-figures) – Ma solo due figure? (rif. a una presa durante un becco)

becco [etimo ignoto, reg. Emilia Romagna] m. – 1. beccaccino, gioco di carte, giocato fra quattro giocatori a coppie.

biers (pr. bbiérs) f. – birra, lattina di birra, birra media; “Dammi un zicco di biers per favore” / sf. Biérz (Chetto).

bicchiere della staffa [reg. Emilia Romagna] m. – 1. L’ultima bevuta alcolica prima di andare via, di solito la notte prima di andare a dormire; 2. l’ultima bevuta della serata.

boccuz (pr. bóccuz oppure bòccuz) m., volg. – 1. Fellatio, “un boccuz ci sta sempre!” / sin. Bocchino, pompino, soffocone.

bôna nuovo! (pr. bôna) escl. reg. [tipica Emilia Romagna] – 1. Basta!; 2. Fine. “Bôna fessacchiovori me ne torno al lavoro…” (da conversaz. su msn)

bordelz (pr. Bbòrdèlz) m., volg. – 1. Confusione, chiasso, putiferio, caos; “Che bordelz stai combinando Odéz?!

bronza novità! (pr. brònza) f., amic. – 1. Peto, meteorismo: “[…] si può fare la stessa cosa incendiando una mia eurobronza dopo che ho mangiato 6 uova sode!”; v. -re l’atto del peto: “Chi è che ha bronzato?”; “Odez, cazz’è hai mollato una bronza?!” / sin. Scoreggia, scureggia, scurza.

C

capobas (pr. Kapòbas) m. – 1. “A Capobas!” / sm. A rametta, A manetta, A nastro (at tape), Appalla.

capo dellabbanda novità! (pr. Kàpo dellabbànda) m., gerg. – 1. Titolo onorifico assegnato all’amico più divertente, più carico e più positivo del gruppo in un certo periodo o durante una specifica occasione: “[…] Franzaia a Praga è stato sindaco dei rabbiellanti e capo indiscusso dellabbanda”. Il titolo viene accompagnato da un passaggio di medaglietta consegnata direttamente dalle mani di ‘Zzo. Il capo dellabbanda può cambiare nel tempo ed è il personaggio a cui non si vuole assolutamente rinunciare nelle serate di rabbiello e baracca.

carzo beins (pr. kàrzo-bèins) [gerg. der. da Baron Karza© – personaggio giocattolo della serie I Micronauti, prod. Gig – e Banana > cazzo-banana > carzo-banana > carzo beins] m., volg. – 1. cazzo, membro virile; “Purple Haze…eccarzo beins…!” (storpiando Purple Haze di Jimi Hendrix) / sm. Carzus

carzobanata [der. di karzo beins] f., volg. – 1. Frase, discorso o azione priva di senso logico e motivazione, da cretini: “Simo, hai fatto una carzobanata! Sei proprio un conly one!” / sf. Carzata.

carzone (pr. Karzòne) [der. da carzo beins] m., volg. amic. – 1. (neg.) Cazzone, perditempo, fannullone, buono a nulla; 2. (pos.) Amico, socio, compagno. / sm. Karzone.

cess la vie (pr. Céss la vìe) [voce fran. der. da C’est la vie] locuz. avverb. – 1. è la vita, così è/va la vita; 2. Purtroppo è/va così; 3. trad. La vita è un cesso oppure La vita cessa.

ce vo’ tiempo? (voce reg. Campania; pr. cè vò ttiempo) locuz. avverb. – ci vuole del tempo?; ci vuole ancora molto?.

che sturia! (pr. ke stùùria) locuz. avverb. – 1. trad. di “che storia!“, esclamazione che denota senso di meraviglia ed entusiasmo per una frase ascoltata su di un fatto accaduto o in accadimento [inizialmente introdotto da Chetto] / sf. Pensa te!; Pensa un po’…; Accidenti!; 2. La sturia franscés (vedi Sturia), la sturia francese nuovo!.

cheics (pr. Kèix) [voce ingl. der. da Cake] f., volg – 1. Cacca, “Caffè, paglia e cheics“; “La canzone della cheics” [inizialmente introdotta da Luna – Vieste 2000 – indicava il brano musicale Banalità di D. Silvestri con il quale sovente si accompagnava l’atto dell’andare in bagno].

Chetto novità! (pr. Kétto) nome proprio m. – Francesco; “Chetto re solitario di culattonia” (da e-mail collettiva) / sin. vedi Cüps, Ketch (Stisaia), Chetto Blaster (Odez – raro).

chi ride? locuz. avv. interrogativa pronunciata in stato di rabbiello [riassume le domande “Di chi state parlando?” e “Perchè ridete?”].

ci dò escl. di conferma personale – 1. Ci sono anch’io, vengo anch’io, partecipo anch’io: “Andiamo al clan?” “ci dò“, “Ci dò come un drago”; 2. mi piace qualcosa: “Ci dò come un matto nella Raffo!“; superl. Ci stra-mega do : “CI STRA DO! fuck il clan always ‘n’ forever!” nuovo! / sm. Ai ghiv [ingl. storp. I give], ci sta.

circonciditi il cervello! nuovo! locuz. avv. esortativa riferita a Chetto che stava dando sfoggio della propria (simpatica) demenza raccontando le sue parodie della notte di capodanno a Berlino

ci sta escl. di conferma e apprezzamento generali – 1. ok: “Una zola?” “Ci sta!“; 2. è proprio una buona idea: “Un due-tre giorni su a Modigliana ci stanno proprio…” / sin. It stay, cìsta.

cialtrons (pron. ciàltrons) [der. da cialtrone) m. – 1. Cialtrone, imbecille; “Simo sei un inutile cialtrone!” / sin. Cialtrone, Stupido cialtrone.

cicileo? Ieo! novità! (pron. tchi-tchi-lêo–yéo) [escl. reg. Salento, Puglia – originariamente introdotta/insegnata da Giampaolo] escl. gerg. – 1. (rif. a zola) Simpatica formula dialettale basata sulla prontezza di riflessi nel rispondere “Ieo”, in questo modo chi ha arricciato e appicciato la zola non si assume la responsabilità di dove far cominciare il giro; 2. “La tradizione democratica vorrebbe che una volta decisa la direzione si prosegua su quel binario senza altri indugi, cioè se il primo a dire “Ieo” è a sinistra, questi dopo aver fumato non avrà bisogno di ripetere a sua volta la domanda, ma passerà il joint al compagno alla sua sinistra, fino al completamento del giro. Per contro la tradizione meritocratica vorrebbe che ogni volta che uno termina i tre tiri debba fare la fatidica domanda: “Cicileo?” e che uno possa rispondere “Ieo” anche nel caso abbia precedentemente fumato.” (fonte: bruttastoria.it) / varianti: (Lecce) “Tricileu” “Ieu ieu ieu!”, “Cicimiau” “Bau!”, “Cicibau” “Miau!”; (Sicilia) “Ciciuleu” “Ieu”, “Cirulì” “Lì”, ”rò cugghiuni” (tiro dell’imbecille). * consiglio: ascoltatevi il brano “Cicileu” di Radici nel Cemento (in “Alla rovescia” – 2001, Bloom Produzioni) 😉

cilli uilli (pr. Tchilli uìlli) [voce ingl. der. da gag in una puntata dei Simpsons, riferito al gruppo Red Hot Chilly Peppers] m. – “Vogliamo Cilli Uilli, vogliamo Cilli Uilli!“.

ciolla (pr. ciòlla) f. – vedi zola.

ciulare v. tr., volg. – 1. Copulare; 2. Rubare, “chi mi ha ciulato l’accendino?” / sin. 1. scopare, trombare, chiavare, ‘zompare, sifonare; 2. inculare, fottere, fare su.

coks (voce ingl. Coke; Coca Cola ©) f., gerg. – 1. La coks del ripiglio (es.: la Coca Cola che serve per riprendersi dagli effetti di una sbornia).

conly one (pr. Conli uàn) [der. da cogli – v.v. cogliere – e one > cogli-one > coglione] m., volg. – 1. Coglione, stupido, idiota: “Odez sei proprio un conly one…!” / sm. Coglions.

criiisto! 1. esclamazione di spavento e meraviglia: “Criisto! Mi son cagato addosso…” / sm. cristo santo!

Cüps (pr. Kiùps) nome proprio m. – 1. Francesco / sm. Chetto, Ketch (Stisaia).

D

di riffa o di raffa (pr. Di-rìffa-o-di-ràffa) [riffa e raffa etim. ignota] locuz. avverb. – 1. In un modo o nell’altro; / sm. Di riffa o di Raffo. Vedi Raffo.

doppietta (pr. Doppiètta) f., gerg. – 1. raddoppio di un’azione, p. es. fumare o bere; “Caffè e doppietta di paglia, faccio in tempo a far la cheics prima che passi a riprendermi mio padre per andare al lavoro” / sm. Tripletta (raro)

E

Emerson (pr. Émerson) [der. da Emerson Lake & Palmer, storpiatura di Laghi > Lakes] nome proprio m. – 1. Roberto / sm. Emy [temp., dal film “In cerca di Amy“], Palmer, Palmaiaz, Palmino, Palmipede rotante, Ammersozz Leik & Palmer, Roby, kzk (pr. Kappa-zeta-kappa; emerson su msn). (vedi blog personale)

é un casiiino! locuz. avverb. – 1. Esclamazione di sconforto e piccola disperazione relativa a un fatto o situazione / sm. È un bordelz!

F

fack (voce ingl. fuck; pr. Fàc) volg. – 1. fig. Fottiti; 2. escl. Vaffanculo; fanculo!, “Faaaack!”, “Doppia vù e triplo fack!“, “STARBUCKS a tutti” , “fuck e strafuck e invece che mastercard c’è il mezcal” (saluti in calce a e-mail collettive) nuovi! / sm. Faq, fucking Lou [der. da Lou – personaggio del film Fight Club] (Chetto – “Lou è il nemico“).

fai su! locuz. avverb. – 1. invito a preparare uno spinello / sm. Fa’ su!

faisumento avv. – la sequenza di gesti atti a fare su: “Odez stava cercando di ostacolare il faisumento…” (21.05.2010)

fare su v. tr. – 1. effettuare tutto il procedimento di creazione e confezione di uno spinello: “‘zzo, fai su!” (Stisaia alle 04.30 del mattino di un sabato di rabbiello), “…qualcuno aveva cominciato a far su a rametta e noi ci siamo rabbiellati in venti minuti” (raccontando la sera precedente); novità! 2. gerg. Rubare: “da piccoli facevamo su le biciclette all’ospedale e poi le bombavamo…” / sin. Inculare, ciulare.

farlocco novità! (pr. farlòkko) agg. m. – 1. Sciocco, stupido, cretino; 2. Minchions, trimone, beduino.

Fasulér (pr. Fasuléér) [der. da Annacarzo Fasulera – la Fasulera, insieme alla Schizzona, è una poesia di A. Spallicci] nome proprio f. – 1. Annachiara, “Tocca alla Fasulèr” / sm. la Fasulera, Annarella, Annacarza(Odéz), na-na-na-na-carza(Odéz), Astolfa nuovo! .

fessacchiotto (vedi fesso).

fesso (pr. Fèsso) m. gerg. – 1. Stupido, idiota / sm. fessus, fessacchiotto, fessacchiovoro.

fottuto agg. dispr. rafforzativo di tutti gli insulti e gli improperi proferiti / sm. fottuto idiota, fottuto iuppis del cazzo, fottuto ricchione andato a male (nei secoli dei secoli dei secoli…), fottuto siecaiolo, fottuta sieca, fottuto yankees di merda, fottuto siecaiolo yuppis di merda, “sei fottuuuto!”.

Franzaia (pr. Franzàia) [der.da Franz] nome proprio m. – 1. Francesco; “Franzaia è la monnezza dei cani!”/ sm. Frianz, Frengus Iang [der. da Angus Young chitarrista degli AC/DC], “Franz duca delle Bahamas”, “FRanz re incontrastato dell’armonia” (Firma in calce a e-mail collettive), “Franzaia sindaco dei rabbiellanti e capo indiscusso dellabbanda“, “Franzaia duca delle azzorrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrre”, “franguzia re di borgolandia”.

frescobaldo (pr. Frescobaldo) [der. Da fresco e Braccobaldo© – personaggio della serie animata Hanna e Barbera] m. – 1. (amic.) Fesso; 2. (volg.) Fresco, frescone, finocchio, checca: “Zzomanna re di frescobaldia”, “Zzomenicus frescobaldus dux rabbiellatorum” (e-mail firmata) novità! / sm. Frescobalds, culattone.

G

gheinjs (pr. Ghèins) f. gerg. pop. – 1. Marijuana, maria, gangia; l’etimo gheins presenta la s plurale (derivante dall’inglese) in quanto ci vogliono più cime per fare un razzo.


Lascia un Commento / Leave a message

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...