F…come femmina (3)

Sei femminista? Ma, piuttosto: te lo sei mai chiesto? Oppure: é piú necessario chiederselo o esserlo?

Io me lo sono chiesto e, in generale, non sopporto gli “ismi”…sará perché li trovo sempre troppo estremi . Quindi mi dichiaro semplicemente pro-donna, per tanti motivi: per sincera convinzione, per comoditá, per non fare la figura dell’insensibile-gretto-materialista quale tendo ad essere come ogni omino, per ammirazione generale.

Di post a tema “pro-donna” ne ho scritti vari, ti invito a (ri)leggerli se ne hai voglia:

anoressia

Basta alle anoressiche. Restando in tema di pubblicitá e uso del corpo femminile non é certo possibile ignorare i cambiamenti che sono in atto: in un articolo di Repubblica uscito il 14 giugno 2009 si legge che l’autorevole magazine Vogue (nella sua edizione britannica con a capo Alexandra Shulman) ha – incredibilmente – dichiarato guerra all’anoressia diffusa tra le modelle e, soprattutto, all’infelice pratica di “ingrassarle” fotoritoccandole sapientemente al computer!

[…] “I vestiti che le case di moda ci inviano sono sempre più piccoli”, scrive la Shulman. “Siamo al punto che le modelle più famose -come Naomi Campbell, Linda Evangelista o perfino la magrissima Kate Moss – non riescono più a indossarli. Dobbiamo usare modelle senza seno né fianchi, con ossa sporgenti e un look per nulla femminile. Ormai devo chiedere ai fotografi di ritoccare le immagini per far apparire le modelle di taglia più grande”. […]

La direttrice di Vogue afferma che i lettori dicono chiaramente di non voler vedere modelle supermagre sulle pagine del suo mensile. Per almeno due ragioni. Una è che, paradossalmente, negli ultimi anni le modelle sono diventate sempre più snelle mentre la popolazione femminile è diventata sempre più grossa: e man mano che si allarga il gap tra fantasia e realtà, cresce il senso di frustrazione e disperazione di milioni di donne che in quelle foto non si riconoscono. L’altra ragione alla base del maggiore dissenso verso l’ultra-magrezza è la recessione economica. “Con i tempi che corrono – osserva la Shulman – la gente vuole vedere donne dal look più rassicurante”. Ossia che non sembrino ridotte alla fame.

Bene, qualcosa sta cambiando finalmente.

Evoluzionismo? Un altro articolo interessante uscito su Paginemediche.it (Evoluzionismo: donne brutte a rischio estinzione) parla invece di come le donne tendano a diventare “piú belle” nel corso delle generazioni, mentre gli uomini restino sempre simili ai propri antenati:

[…] Per arrivare a queste conclusioni gli studiosi hanno analizzato un campione di oltre duemila uomini e donne in America, seguendolo per circa 40 anni. La loro bellezza è stata valutata tramite fotografie scattate nel corso dello studio. Inoltre, sono stati raccolti dati relativi al numero dei figli avuti. Ebbene, dai risultati dello studio è emerso che gli uomini attraenti hanno il 13 per cento di probabilità in meno di avere figli rispetto agli uomini meno belli. Inoltre, i ricercatori hanno dimostrato che le persone belle hanno il 36 per cento delle probabilità in più di avere una femmina come primo figlio.

Infine, i ricercatori hanno scoperto che le donne belle hanno il 16 per cento delle possibilità in più di avere figli rispetto alle donne meno attraenti. Questo probabilmente rientra in una ‘strategia evolutiva‘, ancora poco chiara, che è stata adottata dagli esseri umani per sopravvivere e che è ormai programmato nel nostro Dna.

L’attrattiva fisica – ha spiegato Satoshi Kanazawa, uno psicologo evoluzionista della London School of Economics – è una caratteristica molto ereditabile, che aumenta sproporzionalmente il successo riproduttivo delle figlie molto più di quello dei figli. Se i genitori più attraenti hanno più figlie e se l’attrattiva fisica è ereditaria ne consegue logicamente che le donne nel corso di molte generazioni sono diventate gradualmente più attraenti fisicamente, in media, rispetto agli uomini”.

Considerazioni. Ovviamente la domanda sorgerá spontanea a chiunque: “Cosa vuol dire bello o brutto? La bellezza non era relativa?” In effetti concordo, eppure ci sono canoni estetici ormai popolarissimi (per esempio quelli legati al mondo della moda e della pubblicitá) che non possono non essere considerati “belli”da molti. Sebbene questi canoni siano stati introdotto piú o meno forzatamente, ok.

Eppure, nel corso della storia dell’uomo, sono state sempre le mode a insegnare cos’era bello oppure no, (cos’é “in” e “out” dovremmo dire ora…) magari pilotati anche da una certa politica, etica o morale, perché no…é sempre stato cosí d’altronde.

Tuttavia trovo ingiusto dichiarare che le donne “brutte” sono in estinzione, anche perché – oltre a non essere dimostrabile – é falso, visto e considerato il numero sempre crescente di tribú urbane bruttissime e di adolescenti eccessivamente sovrappeso che si ostinano a voler seguire le mode fatte per le coetanee piú magre. Non sto parlando di mancanza del senso del pudore (a quello ci pensa Silvio) ma di senso della realtá, ecco. Un senso della realtá scomparso anche per colpa di alcune fotomodelle anoressiche e di una politica dell’estetica legata…a che cosa? Alla denuncia sociale? Al business? All’arte? Alla soddisfazione di un’élite? Altre risposte?

Informazioni su Alex a.k.a. relaxdesign

(ITA) Designer di prodotto, Grafico e Design thinker. Appassionato d'arte, architettura e design. Interessato ai confronti culturali, sociali e linguistici. Curioso per natura. Blogger dal 2005. (ENG) I'm a Product Designer, Graphic Designer and Design Thinker. I go for Arts, Architecture & Design. I'm much interested in comparing different cultures, mentalities and habits around the globe. I'm definitely a curious guy. I'm blogging since 2005.

Lascia un Commento / Leave a message

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: