La politica e i suoi stipendi…e il mio nuovo partito ;-)

PDF_Creator__Dunque dunque…Domanda: Chi è l’uomo più ricco del mondo? La rivista più autorevole che tiene sempre aggiornato il mondo è Forbes. Anche quest’anno risulta essere sempre Bill Gates, non mi meraviglia, ma – per la cronaca – Silvietto è sceso al 51° posto dietro a una sfilza di russi e americani, qualche tedesco e francese, arabi e altri. Ok, questo è il mondo dell’industria, è ingiusto ma certi guadagni si possono capire. Ma cosa succede in politica?

In un articolo non troppo vecchio (febbraio-marzo 2007) scritto da Anna Lombardi leggevo che i politici più pagati del mondo risiedono a Singapore, il secondo Paese più ricco dell’Asia dopo il Giappone e il quinto più competitivo al mondo. Singapore è uno staterello di circa 683 Km² e 4 250 000 abitanti; si parla il malese, il cinese, il Tamil e l’inglese. É retto “da un governo conservatore e repressivo che dal 1994 tara i suoi stipendi sulle migliori cinquanta retribuzioni” nazionali: banchieri, avvocati e manager. La filosofia è che un alto stipendio sconfigge la corruzione, motivo per cui il Parlamento singaporiano ha deciso di aumentare il già alto stipendio annuo del premier Lee Hsien Loong a ben 2,1 milioni di dollari (175 mila dollari al mese)…“L’aumento riguarda l’intero governo, coi i ministri che guadagneranno dagli 800 mila a 1,45 milioni di dollari. Numeri che, in un Paese il cui guadagno medio è sui 31 mila dollari, hanno suscitato indignazione.” Ah, sì? E perchè mai mi chiedo…Giorgetto Bush all’anno percepisce 420 mila dollari (35 mila dollari al mese) e Shinzo Abe, premier giapponese, 330 mila (27500 dollari al mese).

I soldi che girano nella politica italiana. (ATTENZIONE: di seguito vengono riportati dati e informazioni estratti da fonti originali, autorevoli e attendibili. Le poche opinioni espresse rispettano il mio diritto di cittadino italiano previsto dall’art.21 dei Rapporti Civili – Diritti e Doveri dei cittadini espressi nella costituzione della Repubblica Italiana e devono pertanto essere rispettate e non soggette a censura).

Beh, vi ricordate quella mail (catena di sant’Antonio, chiaro) che girava denunciando tutti gli ignobili privilegi dei nostri parlamentari? É una bufala, o quantomeno è solo parzialmente corretta. Basta che andiate a verificare sul sito del paladino Paolo Attivissimo che se ne occupa da un bel po’ (quella mail gira – modificata – ogni anno fin dal 1999/2000) e sul sito della camera dei Deputati e del Senato. Con questo non voglio certo dire che non esistano delle cifre assurde, ma vi invito a controllare di persona come ho fatto io le cifre pubblicate sui due siti citati, che cambiano – anche se di poco – ogni anno. Bene, dal sito del Senato si evince che ai nostri Senatori spettano ben otto tipi di “rimborso”, tra parentesi – alla fine di ogni punto, indico il corrispettivo per i Deputati:

  1. L’indennità parlamentare (lo stipendio, per intenderci): “L’indennità è corrisposta per 12 mensilità. L’importo mensile spettante nel 2007 è pari a 5.613,59 euro al netto della ritenuta fiscale (€ 4.015,18), nonché delle quote contributive per l’assegno vitalizio, per l’assegno di solidarietà e per l’assistenza sanitaria”. [Deputati: 5.486,58 euro al netto delle ritenute, punti 6-7-8];
  2. la Diaria (spese di soggiorno a Roma, quando ce n’è bisogno): La diaria ammonta a 4.003,11 euro mensili. Tale somma viene ridotta di 258,23 euro per ogni giorno in cui si svolga almeno una seduta dell’Assemblea con votazioni qualificate e verifiche del numero legale, se il Senatore non partecipa almeno al 30 per cento delle votazioni effettuate nell’arco della giornata”. [Deputati: idem];
  3. Rimborso delle spese per lo svolgimento del mandato parlamentare: “A titolo di rimborso forfettario per le spese sostenute per le attività e i compiti connessi con lo svolgimento del mandato parlamentare, è previsto un contributo mensile di 4.678,36 euro, in parte (35% pari a 1.637,43 euro) erogato direttamente al Senatore ed in parte (65% pari a 3.040,93 euro) erogato al Gruppo parlamentare di appartenenza”. [Deputati: 4.190 euro erogati dal proprio Gruppo parlamentare; non è riconosciuto alcun rimborso per le spese postali];
  4. Spese di trasporto e di viaggio: è vero che i Senatori usufruiscono di tessere per l’uso gratuito di autostrade, treni, navi e aerei per i trasferimenti su territorio nazionale. Inoltre, però, “per i trasferimenti dal luogo di residenza a Roma, è previsto un rimborso spese forfettario” (annuale):
    1. per i Senatori residenti in Roma = 7.689,68 euro (!!! stiamo scherzando, non se ne capisce il motivo se stanno a Roma…pigliano la metro o il tram gratis e via…);
    2. per il Senatore che deve percorrere fino a 100 km per raggiungere l’aeroporto o la stazione ferroviaria più vicina al luogo di residenza = 15.379,37 euro (!!!);
    3. per il Senatore che deve percorrere più di 100 km per raggiungere l’aeroporto o la stazione ferroviaria più vicina al luogo di residenza = 18.486,31 euro (!!!).

    Alla faccia del rimborso…[Deputati: usufrutto gratuito dei mezzi pubblici come i Senatori. Al punto 1. non percepiscono alcun rimborso; al punto 2. 3.323,70 euro; al punto 3. 3.995,10 euro];

  5. Spese telefoniche: “I Senatori dispongono di una somma annua di 4.150 euro per le spese telefoniche, inclusi i servizi di connettività”. Peccato che la maggior parte dei nostri senatori non sappia neanche usare internet. [Deputati: 3.098,74 euro. “La Camera non fornisce ai deputati telefoni cellulari”];
  6. Assistenza sanitaria integrativa: “E’ previsto il rimborso delle spese sanitarie ai Senatori (anche cessati dal mandato ovvero ai titolari di trattamento di reversibilità, nonché ai rispettivi familiari) iscritti al servizio di Assistenza Sanitaria Integrativa […] “ i Senatori in carica versano un contributo pari al 4,5% delle competenze mensili lorde (540,27 €) più le quote aggiuntive dei propri familiari. Gli ex-Senatori, invece, continuano a usufruire di questa bazza solo che la percentuale versata sale al 4,7%. Ricordo che le cifre versate vengono, poi, rimborsate. [Deputati: versano 526,66 euro]
  7. Assegno di solidarietà o di fine mandato: anche per questa voce il Senatore in carica versa mensilmente al Fondo di Solidarietà il 6,7% della propria indennità lorda, pari a 804,40 €. Una volta concluso il mandato riceve un assegno di solidarietà pari all’80% dell’importo mensile lordo dell’indennità (l’80% di 5.613,59 è 4.490,872 euro) moltiplicato per il numero di anni di mandato effettivo. [Deputati: idem]
  8. Assegno vitalizio: “Anche in questo caso, il Senatore versa mensilmente una quota (1.032,51 + 258,13 = 1.290,64 euro NdA) che viene accantonata per il pagamento degli assegni vitalizi”. Per la cronaca il Senatore cessato dal mandato può ricevere questo assegno vitalizio (mensile, attenzione) solo dopo i 60 anni (se ha accumulato molti anni di mandato oltre al quinto) oppure dopo i 65 (in base al minimo dei 5 anni di mandato). Questa cretineria cambierà un minimo visto che “E’ stata altresì approvata una nuova disposizione sulla misura degli assegni vitalizi, che si applicherà ai Senatori eletti per la prima volta a partire dalla prossima legislatura. Per effetto di tale disposizione regolamentare, l’importo dell’assegno vitalizio varia da un minimo del 20 per cento a un massimo del 60 per cento dell’indennità parlamentare, a seconda degli anni di mandato parlamentare”. [Deputati: somma mensile versata: 1.006,51 euro; “L’importo dell’assegno varia da un minimo del 25 per cento a un massimo dell’80 per cento dell’indennità parlamentare, a seconda degli anni di mandato parlamentare” più modifiche alla disciplina dell’assegno vitalizio che vi invito a consultare]

Molto bene, visto che il mio piano B – se la carriera di designer e creativo non funzionerà – era quello di darmi alla politica, vediamo un po’ quanto potrei portare a casa facendo il Deputato:

Se non mancassi a neanche un giorno di quelle sedute dell’Assemblea in cui si svolgono votazioni (che avvengono con il procedimento elettronico) e continuassi a vivere coi miei (per cui lontano da Roma) ovviamente viaggerei sempre gratis ovunque sul suolo italiano, mi rimborserebbero la benzina e tutte le spese del cellulare (a mio carico però, ahiahi…). Facendo tutti i calcoli necessari il mio stipendio mensile sarebbe di 14.270 euro puliti. Mettiamo che stessi in carica 3 anni: a fine mandato riceverei un bell’assegno di 34.248 euro (centesimo più centesimo meno) e in più – al mese – potrei continuare a ricevere tra i 1.371,65 € e i 4.389,264 €…dipende quanto sono stato bravo. Sarebbe bellissimo…potrei avere una pensione ben prima di mio babbo e potrei oziare tutto il giorno in casa scarabocchiando qua e là…non avrei neanche più il bisogno di affannarmi e cercare lavori e/o committenti…;-)

Eheheh, credo proprio che mi metterò anch’io in politica, fonderò il Pdf! No, no…non il formato di Acrobat, bensì “Partito dei Furboni”! Mi votate?

Informazioni su Alex a.k.a. relaxdesign

(ITA) Designer di prodotto, Grafico e Design thinker. Appassionato d'arte, architettura e design. Interessato ai confronti culturali, sociali e linguistici. Curioso per natura. Blogger dal 2005. (ENG) I'm a Product Designer, Graphic Designer and Design Thinker. I go for Arts, Architecture & Design. I'm much interested in comparing different cultures, mentalities and habits around the globe. I'm definitely a curious guy. I'm blogging since 2005.

  1. zzo

    caro odez, il mio voto è tuo!
    se devo farmi “fregare” dei soldi meglio darli ad un amico piuttosto che ad uno sconosciuto o ad un ladro conclamato…
    saluti, zzo

  2. sante

    a morte lo stato

  3. sante

    fatto bene riina quando mettevi le bombe ai porci e bastardi politici

Lascia un Commento / Leave a message

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: